Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 2

Orto Mio

Anguria Gialla Yellowin

Anguria Gialla Yellowin

Prezzo di listino €1,99
Prezzo di listino Prezzo scontato €1,99
In offerta Esaurito
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al check-out.
Formato

DISPONIBILE DA APRILE A GIUGNO

Varietà molto originale, a ciclo precoce, con frutti ovali di pezzatura ridotta, che raggiungono il peso di 3-4 kg circa. Ha buccia verde chiaro con striature scure. La polpa è gialla, molto gradevole, dolce e succosa. Pianta produttiva (3-6 frutti per pianta), di medio vigore, che si adatta anche alla coltivazione in serra. I frutti maturano a circa 60-70 giorni dal trapianto. Il momento ideale per la raccolta si evidenzia osservando il colore della buccia che nelle angurie mature diventa più chiaro ed opaco, mentre il peduncolo si restringe, perdendo gran parte del pelo.

 


 

ESPOSIZIONE

L’anguria necessita di esposizione in pieno sole.

TEMPERATURA

L’anguria ama il caldo, con temperature ideali di crescita tra i 24-30°diurne e 15-20° notturne. Quando si superano i 32° per più giorni, i fiori cadono senza dare frutti. La pianta va in forte stress sotto gli 8°e può morire a 0°, quindi è fondamentale proteggerla con nylon o tnt nei trapianti più precoci. Temperature sotto i 16° in fioritura limitano l’attività delle api (come l’elevata ventosità) e possono indurre un ritardo nell’impollinazione.

TERRENO

L’anguria è pianta molto adattabile ai diversi terreni, prediligendo quelli molto fertili, ricchi di sostanza organica, ben drenati. Gradisce pH preferibilmente tra 5-6, ma cresce bene anche attorno a pH 7. Nei terreni argillosi ricchi in potassio solitamente raggiunge i massimi livelli qualitativi. Nella preparazione del suolo è importante una lavorazione profonda (30-40 cm), che nei terreni di medio impasto e forti è utile anticipare all’autunno precedente alla coltivazione, con la predisposizione di aiuole rialzate che facilitino lo sgrondo dell’acqua. È consigliabile attendere 4 anni prima di trapiantare l’anguria (o altre cucurbitacee) nei terreni dove si è coltivata in precedenza. Fondamentale utilizzare le piante innestate qualora non sia possibile rispettare la corretta tempistica di rotazione.

Visualizza dettagli completi